News

Una società di SERVIZI IMMOBILIARI
con un PATRIMONIO IMMOBILIARE PROPRIO.

19/09/2019
Skip Navigation LinksHome » News » Dettaglio

Corte Alfieri - Torino: raggiunto il 40% di vendite a pochi mesi dall’avvio

19 settembre 2019 – Avanza a ritmi serrati la commercializzazione di Corte Alfieri, l’importante intervento di riqualificazione residenziale di un edificio storico situato in via Vittorio Alfieri 22, nel centro di Torino, di proprietà del “Fondo Alloro” gestito da BNP Paribas REIM Sgr. In pochi mesi dall’avvio dell’attività commerciale, le vendite hanno raggiunto il 40% del totale.

 L’operazione riguarda una superficie complessiva di circa 7.000 mq su sei piani fuori terra, per un totale di oltre sessanta unità abitative di diverse dimensioni, alcune dotate di terrazze panoramiche, oltre a specifici spazi comuni, corte interna e autorimesse.

 L’edificio oggetto di riqualificazione appartiene al nucleo di costruzione ottocentesca di Torino, definito da una maglia urbana di grande qualità e connotazione architettonica: trame ortogonali di isolati e corti scandite da eleganti impaginati di facciata caratterizzano le principali vie intorno al centro storico. L’isolato compreso fra via Alfieri, via San Francesco d’Assisi e via Prati è uno di quelli dove emergono ancora i caratteri architettonici e insediativi propri della città storica. Il principio assunto nella trasformazione architettonica è la valorizzazione dell’edificio esistente sia rispetto ai suoi caratteri costituitivi sia rispetto alla vocazione dei diversi corpi di fabbrica.

 «Corte Alfieri rappresenta l’ultimo esempio di un percorso intrapreso da alcuni anni dalla nostra società, volto a riqualificare e valorizzare immobili di pregio nelle principali città d’Italia», spiega Marco Luoni, Head of Real Estate Investment di BNP Paribas REIM Sgr. «Lo scorso anno, sempre sul medesimo Fondo, abbiamo completato la ristrutturazione un palazzo iconico nel centro di Milano, Palazzo Rougier, situato in Corso di Porta Romana, in cui sono state realizzate circa venti unità. A Trieste, inoltre, abbiamo valorizzato Palazzo Pitteri, in Piazza Unità d’Italia, dove abbiamo riqualificato circa quindici unità residenziali locandole a un primario operatore del settore short-term accomodation».

«Il mercato premia il nostro know-how nella commercializzazione di progetti immobiliari residenziali in città. Dopo il successo delle operazioni di Palazzo Novecento e Palazzo Lagrange, replichiamo lo schema con Corte Alfieri», aggiunge Giuseppe Caruso, Presidente IPI Intermediazione. «Gli operatori istituzionali stanno guardando con interesse sempre maggiore a location alternative a Milano e l’operazione Corte Alfieri sta confermando la bontà della scelta».