Monitor Immobiliare

Andamento generale del mercato commerciale,
uffici/direzionale, logistico/produttivo residenziale.

Monitor immobiliare Q3 2018
Skip Navigation Links

Roma Uffici

Il terzo trimestre 2018 si apre con segnali fisiologici di rallentamento, dopo l’assorbimento record del secondo trimestre 2018. I volumi registrati, pari a circa 28.000 mq, portano a un totale da inizio anno di 118.500 mq.

Si tratta, comunque, di un ottimo risultato complessivo per il mercato romano che mantiene gli stessi livelli registrati nello stesso periodo dello scorso anno.

E’ la periferia, seguita dall’EUR, il sottomercato che si è mostrato maggiormente dinamico per volumi transati. Dal punto di vista dimensionale, si evidenzia che il 58% dei casi ha riguardato transazioni al di sotto dei 500 mq. Solo due transazioni, entrambe in periferia, hanno riguardato immobili superiori ai 3.000 mq.

I canoni prime risultano in lieve aumento rispetto al trimestre precedente nel CBD, stabili nell’Eur e nella zona centrale. Conferma della solidità del trend positivo viene anche dalla lettura dei principali indicatori, quali il vacancy rate e il prime yield, che si mantengono stabili e in linea con i periodi precedenti. Il volume degli investimenti a Roma è stato pari a 215 milioni, mentre risultano in forte contrazione gli investimenti nel comparto uffici. Il dato continua ad essere pesantemente influenzato dalla situazione politica e da alcune incertezze di carattere locale, che si riflettono anche sul mercato immobiliare capitolino.

L’outlook per i prossimi sei mesi si conferma, comunque, in ripresa, soprattutto per il segmento prime.