Monitor Immobiliare

Andamento generale del mercato commerciale,
uffici/direzionale, logistico/produttivo residenziale.

Monitor immobiliare Q1 2019
Skip Navigation Links

Roma Uffici

I primi mesi del 2019 evidenziano l’ottimo momento del mercato immobiliare direzionale romano.

Il primo trimestre 2019 ha infatti registrato un assorbimento record di poco superiore a 81.000 mq (+30% rispetto all’ultimo trimestre 2018), con 43 operazioni rilevate. L’area del semicentro risulta il sottomercato che si è mostrato maggiormente dinamico per volumi transati, seguito dal quartiere dell’EUR e dal CBD Centro.

Il mercato della Capitale, dal punto di vista dimensionale, come già rilevato nei periodi precedenti, è ancora fortemente caratterizzato da transazioni al di sotto dei 1.000 mq: solo 11 transazioni nel trimestre hanno infatti riguardato immobili superiori a tale dimensione, di cui 2 con superficie superiore ai 15.000 mq.

Si conferma il forte interesse per immobili di grade A, che rappresentano il 34% del totale transato in termini di superficie.

I canoni prime, in generale, risultano stabili assestandosi a 420 €/mq/anno nel CBD Centro e a 340 €/mq/anno nell’EUR core. Il canone prime nel Grande EUR risulta pari a 250 €/mq/anno.

Una conferma della solidità del trend positivo deriva anche dalla lettura dei principali indicatori che si mantengono stabili e in linea con i periodi precedenti: il vacancy rate si assesta all’11,3% mentre il prime yield è stabile al 4,0%.

Il volume totale degli investimenti si è attestato a Euro 177,5 milioni, con una percentuale pari a circa l’85% che ha riguardato il comparto uffici.

L’outlook per i prossimi sei mesi si conferma in ulteriore crescita, soprattutto per il segmento prime.