News

Una società di SERVIZI IMMOBILIARI
con un PATRIMONIO IMMOBILIARE PROPRIO.

12/09/2018
Skip Navigation LinksHome » News » Dettaglio

Approvata la Relazione finanziaria semestrale. IPI prosegue l’espansione nei servizi integrati per il settore immobiliare. Positivi riscontri in termine di vendite dei recenti investimenti immobiliari

Il Consiglio di Amministrazione di IPI S.p.A. riunitosi in data odierna, ha approvato la relazione finanziaria semestrale del 2018.

Il Gruppo IPI è sempre più concentrato nel potenziamento e sviluppo dei servizi integrati per l’immobiliare, con la creazione di AGIRE frutto della acquisizione e fusione in IPI Servizi di Arcotecnica e Groma, affiancata da Arcoengineering. AGIRE viene ad essere in Italia, per clienti, ricavi e dipendenti, una delle principali società di servizi per il real estate; anche dopo che nel mese di luglio è avvenuta l’acquisizione del 66,66% di ReThink Italy s.r.l.: società anch’essa focalizzata nei servizi immobiliari, in particolare due diligence e project management, il cui processo di fusione in AGIRE è già stato avviato.

Nel mondo dei servizi ricomprendiamo anche l’attività di agency e brokerage esercitata da IPI Intermediazione che, con le sue filiali in sei città e l’apertura a Napoli a settembre 2018, si propone come interlocutore per investitori e operatori, oltre che le singole persone, con l’obiettivo di offrire con AGIRE il servizio professionale completo nell’interesse dei clienti.

L’investimento in immobili è stato selettivo come da programma, mirando a valorizzare gli immobili già di proprietà ed in questo senso sono avanzati bene i lavori di ristrutturazione e vendita degli appartamenti (oltre il 78% del totale) in Palazzo Novecento a Torino, così come i lavori di riqualificazione e rinnovo di spazi ad uso uffici al Lingotto, che ha portato alla conclusione di importati contratti di locazione con primari conduttori; così come sì è conclusa la procedura per ottenere il permesso di costruire per la conversione in residenziale (si ricaveranno n°41 appartamenti) dell’immobile in Firenze, in disuso da oltre 10 anni, con i lavori che partiranno in autunno. E’ proseguita altresì la strategia – che vuol essere la principale in futuro - di acquisire delle partecipazioni in operazioni immobiliari da gestire attraverso le competenze delle proprie strutture dedicate ai servizi immobiliari. In questa ottica è stata acquisita una partecipazione del 10% (con possibilità di crescere fino al 30% nei prossimi anni) del capitale sociale di Leopoldine S.p.A. proprietaria a Cortona in Toscana - Val di Chiana di una ventina di casali agricoli, per complessivi oltre mq.20.000, da riconvertire in strutture ricettive, residenziali e altro.

E’ proseguita la gestione delle strutture ricettive al Lingotto, in miglioramento di mese in mese dopo il rebranding come DoubleTree by Hilton avvenuto in apertura a metà gennaio della struttura di 142 camere, miglioramento che si manifesterà nel secondo semestre dell’anno, arrivando ad equilibrare il calo di ricavi rispetto all’esercizio precedente per l’avvio con il nuovo brand, di fatto uno startup dei primi mesi dell’anno.

I dati economici del semestre, sono sostanzialmente in linea con quelli dello stesso periodo del precedente esercizio, con un indebitamento finanziario quasi invariato rispetto alla fine dell’esercizio 2017, con la prospettiva di un miglioramento anche importante nel secondo semestre dell’esercizio 2018, in particolare se si stipuleranno i rogiti di vendita degli appartamenti di Palazzo Novecento, i cui lavori è previsto si concludano per tempo; con l’andata a regime dell’integrazione in AGIRE e quindi l’ottimizzazione dei costi e la crescita dei ricavi, e il consolidarsi delle nuove locazioni al Lingotto e del
miglioramento in atto delle gestioni alberghiere.

Scarica il comunicato per il testo completo ed principali dati del bilancio consolidato al 30 giugno 2018.