News

Una società di SERVIZI IMMOBILIARI
con un PATRIMONIO IMMOBILIARE PROPRIO.

12/01/2017
Skip Navigation LinksHome » News » Dettaglio

UFFICI: VINCONO LE VALORIZZAZIONI E IL NUOVO DI QUALITA'

Ottimismo nella ripresa del settore, attenzione alla qualità e massima professionalità nel rispondere a una domanda sempre più esigente e selettiva. Sono queste le parole chiave che caratterizzano la vision di IPI negli ultimi mesi di un 2016 che si è chiuso positivamente.

I dati macroeconomici a oggi disponibili, nonostante le incertezze legate a eventi come Brexit e il referendum in Italia, supportano la sensazione diffusa che la ripresa economica nel 2017 possa caratterizzarsi con il passaggio da una crescita dei consumi a una crescita degli investimenti. In questo contesto, il mercato immobiliare può rappresentare un volano economico se sarà in grado di rispondere, in termini di qualità e fruibilità degli immobili, alle nuove esigenze legate all’evoluzione nei modi di abitare, lavorare e produrre.

Il cambiamento nello stile di vita e nella domanda va contestualizzato rispetto alla realtà italiana: da un lato perché rispetto ai Paesi europei più evoluti lo stock immobiliare ha una percentuale elevata di immobili obsoleti e non sostenibili, e dall’altro lato perché, in tutti i segmenti di mercato, cresce l’attenzione verso la qualità della nuova costruzione e della ristrutturazione.

In questo scenario, la nostra priorità è dare valore aggiunto al cliente, e in quest’ottica IPI ha avviato importanti progetti di valorizzazione sia a Torino sia a Firenze, attraverso il recupero di edifici, anche di interesse storico, originariamente a destinazione uffici non rispondenti alle attuali esigenze del settore e quindi trasformati in residenza.

Per quel che riguarda il mercato degli uffici, i dati rilevati evidenziano come lo sviluppo del segmento sia soprattutto legato, per Milano e Roma, alla crescente attività da parte di investitori internazionali, attratti dai rendimenti superiori alla maggior parte delle altre principali piazze europee.

Ma su cosa puntano le imprese e i privati alla ricerca di un immobile? Sicuramente su alti standard di qualità, location prestigiose, conoscenza capillare del mercato locale e un prezzo competitivo. Ed è da queste caratteristiche che partiamo per individuare beni e servizi che meglio possono aiutare i nostri clienti nella loro ricerca immobiliare. In questo mercato il ritorno sull’investimento è visto in un’attività di riqualificazione e riposizionamento degli asset. Sono in aumento anche gli operatori domestici, soprattutto fondi immobiliari e privati, che spostano sull’immobiliare una parte dei capitali investiti in prodotti finanziari a basso rischio, ma che non offrono più rendimenti competitivi visti i tassi di interesse ai minimi storici. Permane però una forte disomogeneità tra le diverse aree geografiche: a livello territoriale è il Centro Nord ad avere una posizione di vantaggio, con Milano che concentra la quasi totalità della domanda estera, seguita da Roma, Torino e Bologna. Per quel che riguarda la tipologia di immobili si conferma una maggiore richiesta per gli immobili di classe A e una minore domanda per quelli di classe B e C, anche perché i clienti puntano sempre più a ottimizzare gli spazi, ridurre i costi e, in alcuni casi, a creare spazi di co-working con servizi ad alto valore aggiunto. E’ apprezzato soprattutto il prodotto nuovo, anche perché è spesso personalizzato e realizzato sulla base di richieste specifiche. La concentrazione della domanda sugli spazi moderni comporta il diffuso calo del vacancy rate degli uffici di classe A, mentre la disponibilità degli immobili di classe B o C è in aumento. Le quotazioni sono ancora in calo a livello nazionale, stabili nelle top location e in rialzo nei centri direzionali. Le prospettive sono quindi di un lieve rialzo dei canoni di locazione e di un aumento più consistente dei prezzi per la classe A, legato alla scarsità dello stock. Tali incrementi sono destinati a non essere leggibili con uniformità sul territorio nazionale ma a concentrarsi principalmente su alcuni ambiti territoriali. In un contesto così dinamico ed eterogeneo la sfida del nostro nuovo ufficio Analisi e Ricerche di Mercato è quella di analizzare capillarmente le dinamiche e le prospettive nei vari segmenti e nelle diverse città e regioni, in modo da essere più tempestivi e puntuali nel fornire un termometro del mercato ai nostri clienti e guidarli nelle loro scelte di acquisto, vendita e locazione.